The Nus castle stands above the same name village on a rocky projection, which dominates the entrance to the valley of Saint-Barthélemy. According to available documentation, the building can be traced at least as far back as the end of the 13th century, although the quadrangular turret, which collapsed at the start of the 20th century, and which stood in the eastern sector of the castle, can be compared to the towers erected in the valley during the 11th and 12th centuries. The final layout of the castle, which was modified on several occasions during the 14th and 15the centuries, was the product of a radical reconstruction campaign which took place around 1595, the date inscribed on the architrave at the entrance to the courtyard.

References:

Comments

Your name



Address

Frazione Plane 25, Nus, Italy
See all sites in Nus

Details

Founded: 13th century
Category: Castles and fortifications in Italy

More Information

www.lovevda.it

Rating

3.9/5 (based on Google user reviews)

User Reviews

paolo chapellu (2 years ago)
Il castello si trova sopra Nus, nelle vicinanze della frazione Plane, su una prominenza rocciosa che domina l’imbocco della Valle di Saint-Barthélemy. Sulla base dei documenti disponibili è possibile far risalire l’edificio almeno alla fine del XIII secolo, anche se il torrione quadrangolare, crollato all’inizio del XX secolo, che sorgeva nel settore est del castello potrebbe essere assimilato per la sua tipologia alle torri erette in Valle tra l’XI e il XII secolo. È probabile che l’assetto definitivo del castello, più volte modificato nel corso dei secoli XIV-XV, sia frutto di una radicale campagna di ristrutturazione avvenuta intorno al 1595, data incisa sull’architrave dell’ingresso al cortile.
YVANT (3 years ago)
Molto carino, è davvero un peccato che non si possa visitare. Inoltre il sentiero per arrivare a piedi al castello è pericoloso, in grosso modo per bambini o anziani, non c'è una fontana. Davvero un peccato
Roberto Nadelli (3 years ago)
Durante un cammino sulla francigena. Se lo si trova aperto. ....
Sam Ter (3 years ago)
Molto bello... speravo di vedere più parti del castello
Giorgio Ricciotti (3 years ago)
Non è possibile definire con certezza la data di edificazione del castello, ma con tutta probabilità essa risale ad un periodo precedente al XIII secolo data la forma e l'antichità delle pietre del castello. Sappiamo che esso era presente alla fine del XIII secolo: il castello di Nus compare infatti in un documento del 22 ottobre 1287, in cui Guillaume signore di Nus ne viene infeudato dal conte di Savoia. Nello stesso anno, a dicembre, e nel settembre 1295, il castello fu lasciato temporaneamente da Guillaume de Nus per ospitare gli inviati del conte di Savoia giunti in Valle d'Aosta per le audiences générales, com'era consuetudine e precauzione dell'epoca, per evitare che i signori valdostani potessero cogliere l'occasione delle udienze per attentare alla vita del conte o dei suoi emissari. La consegna del castello per le udienze si ripeté anche ad opera dei consignori Alexandre e Jean de Nus il 18 marzo 1337 e da parte di Pierre de Nus, che nell'agosto 1430 affidò il maniero agli inviati del conte Amedeo VIII di Savoia. Il castello, in secoli successivi, venne modificato sino alle forme attuali raggiunte tra XIV e XV secolo oltre agli ultimi e radicali lavori di restauro eseguiti nel 1595 (come riporta la data incisa sull'architrave all'ingresso del cortile principale), necessari a seguito di un incendio scoppiato. Tali lavori consentirono di unire all'originario corpo del castello anche un torrione circolare. Tra il XVII ed il XVIII secolo, il castello viene descritto come dimora confortevole, dotata di giardini e di ampi spazi per il soggiorno di piacere. Lavori di affresco delle sale interne vennero eseguiti sul finire del Seicento e poi nuovamente nell'Ottocento. Il castello disponeva anche di una piccola cappella dedicata a San Michele che rimase per molto tempo senza celebrazioni. Nel XIX secolo, con l'estinzione della famiglia dei signori di Nus, il castello andò in rovina sino a quando non venne recuperato in tempi recenti dall'amministrazione comunale.
Powered by Google

Featured Historic Landmarks, Sites & Buildings

Historic Site of the week

Fisherman's Bastion

Fisherman's Bastion is a terrace in neo-Gothic and neo-Romanesque style situated on the Buda bank of the Danube, on the Castle hill in Budapest, around Matthias Church. It was designed and built between 1895 and 1902 on the plans of Frigyes Schulek. Construction of the bastion destabilised the foundations of the neighbouring 13th century Dominican Church which had to be pulled down. Between 1947–48, the son of Frigyes Schulek, János Schulek, conducted the other restoration project after its near destruction during World War II.

From the towers and the terrace a panoramic view exists of Danube, Margaret Island, Pest to the east and the Gellért Hill.

Its seven towers represent the seven Magyar tribes that settled in the Carpathian Basin in 896.

The Bastion takes its name from the guild of fishermen that was responsible for defending this stretch of the city walls in the Middle Ages. It is a viewing terrace, with many stairs and walking paths.

A bronze statue of Stephen I of Hungary mounted on a horse, erected in 1906, can be seen between the Bastion and the Matthias Church. The pedestal was made by Alajos Stróbl, based on the plans of Frigyes Schulek, in Neo-Romanesque style, with episodes illustrating the King's life.